Il coraggioso intervento alla Duma di Mosca

Il deputato Michail Timonov di Russia Giusta, parlando a una riunione della Duma di Mosca, ha sollevato la questione della censura militare e della privazione della libertà di riunione per i cittadini: “Penso che tutti noi comprendiamo come ora sia molto difficile intervenire a favore dei diritti umani, del rispetto e della garanzia di questi diritti. Purtroppo, la pericolosa e perversa tendenza all’autoritarismo montante, che non è iniziata ieri, è cresciuta l’anno scorso e continua anche quest’anno (…). A mio parere, il regime ha distrutto l’opposizione esterna al sistema e successivamente i media indipendenti, privandosi così di un riscontro sociale. E a cosa stia portando è sotto gli occhi di tutti”.
Timonov ha fatto riferimento al crescente numero di prigionieri politici, compresi quelli condannati per la loro posizione contro la guerra, come i giornalisti Vladimir Kara-Murza e il deputato Aleksej Gorinov. Timonov non ha potuto finire il discorso perché il microfono gli è stato spento.

(fonte)